La bellezza non è nel viso. La bellezza è nella luce nel cuore. (Kahlil Gibran)

La belleza no está en el rostro. La belleza es una luz en el corazón. (Kahlil Gibran)

Lettori fissi - Lectores fijos

L'inferno esiste- El infierno existe y es eterno

L'inferno esiste- El infierno existe y es eterno
clic sull'immagine- clic sobre la imagen

sabato 22 agosto 2015

Riforma scuola: referendum abrogativo, raccolta firme in corso





Riforma della scuola: c’è chi dice no. E’ possibile firmare il quesito per il referendum abrogativo della “Buona scuola”, la nuova legge approvata nel mese di luglio con le novità su presidi, insegnanti e assunzioni.


C’è tempo fino al 25 settembre prossimo peraggiungere il proprio nome ai 500milanecessari per portare il quesito dinanzi alla Corte costituzionale.


La formulazione del possibile referendum è stata pubblicata in qualità di comunicato dalla Corte Suprema di Cassazione nella Gazzetta Ufficiale dello scorso 18 luglio in queste vesti:


Ai sensi degli articoli 7 e 27 della legge 25 maggio 1970 n. 352, si annuncia che la Cancelleria della Corte Suprema di Cassazione, in data 17 luglio 2015, ha raccolto a verbale e dato atto della dichiarazione resa da 14 cittadini italiani, muniti dei certificati comprovanti la loro iscrizione nelle liste elettorali, di voler promuovere una richiesta di referendum popolare, previsto dall’art. 75 della Costituzione, sul seguente quesito:

Volete voi che sia abrogata la legge del 13/7/2015 n. 107 “RIFORMA DEL SISTEMA NAZIONALE DI ISTRUZIONE E FORMAZIONE E DELEGA PER IL RIORDINO DELLE DISPOSIZIONI LEGISLATIVE VIGENTI” (pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale – Serie Generale n. 162 del 15/7/2015) ?
Dichiarano di eleggere domicilio presso l’Avvocato Marco Tronci – Via Sabotino n. 22 – 00195 Roma.


Per saperne di più qua



Para las personas de lengua española explico que en Italia se está llamando a firmar un pedido de Referendum derogatorio contra una nueva ley que podría introducir la teoría del genero en las escuelas.



mercoledì 19 agosto 2015

Bisogna essere pronti! ¡Tenemos que estar preparados!









Bisogna essere pronti, stiamo in guardia e vigiliamo!



«Vegliate e pregate, per non cadere in tentazione. Lo spirito è pronto, ma la carne è debole» (Mt 26,41).

Per saperne di più leggere qua









RECOMENDACIÓN ESPECIAL



En este mes dedicado a rezar por la Salvación de las almas, empecemos por nuestra propia alma, preparemos ya en este instante nuestra alma, nadie sabe ni el día ni la hora, pero hay que estar siempre preparados, aprovechemos este mes dedicado a la salvación de almas, estas últimas semanas del mes, este día, hoy. Arrepintámonos de los pecadores que hemos hecho, si tenemos que pedir perdón YA ahora es el momento de hacerlo, si lo dejamos para después quizá sea demasiado tarde, si tenemos que devolver algo que no es nuestro, armarnos de valor y vamos a devolver las cosas que no son nuestras, si tengo que perdonar... aunque me hayan hecho tanto mal... perdonemos ahora, pongamos en paz nuestra alma, vamos a confesarnos, hagamos penitencia, pidamos por los demás... después podremos ayudar a otros a que busquen la paz en su alma, y no nos olvidemos de tener en casa DESDE YA todos los sacramentales que podamos: Crucifijos bendecidos, Rosarios, Agua Bendita, Medallas bendecidas, Imágenes de nuestro Señor Jesús, de la Virgen María, de algunos Santos de nuestra devoción, Libritos de oraciones, Escapularios, por favor que todo esté bendecido.

Los acontecimientos en el mundo se acomodan en su lugar... (crisis económica, crisis en la Iglesia católica, más guerras, más inmoralidad, más herejías, más pecados...) no perdamos tiempo, A PREPARARNOS MAS TODAVÍA, hagamos primero las Cosas de Dios y todo lo demás vendrá por añadidura. Oremos, no perdamos tiempo este mes de agosto es muy importante, APROVECHEMOS!!



Leer más acá y acá
Por favor leer también acá y acá





venerdì 14 agosto 2015

Preghiera per l'Assunzione della Santissima Vergine Maria - Oración a la Asunción de la Santísima Virgen María





Preghiera per l'Assunzione della Vergine Maria

O Vergine Immacolata, Madre di Dio e Madre degli uomini,
noi crediamo nella tua assunzione in anima e corpo al cielo,
ove sei acclamata da tutti i cori degli angeli e da tutte le schiere dei santi.
E noi ad essi ci uniamo per lodare e benedire il Signore che ti ha esaltata sopra
tutte le creature e per offrirti l'anelito della nostra devozione e del nostro amore.
Noi confidiamo che i tuoi occhi misericordiosi si abbassino sulle nostre miserie
e sulle nostre sofferenze; che le tue labbra sorridano alle nostre gioie
e alle nostre vittorie; che tu senta la voce di Gesù ripeterti per ciascuno di noi:
Ecco tuo figlio.
E noi ti invochiamo nostra madre e ti prendiamo, come Giovanni, per guida,
forza e consolazione della nostra vita mortale.
Noi crediamo che nella gloria, dove regni vestita di sole e coronata di stelle,
sei la gioia e la letizia degli angeli e dei santi. 
E noi in questa terra, ove passiamo pellegrini, guardiamo verso di te,
nostra speranza; attiraci con la soavità della tua voce per mostrarci un giorno,
dopo il nostro esilio, Gesù, frutto benedetto del tuo seno, o clemente,
o pia, o dolce Vergine Maria.

(Pio XII)

Oración a la gloriosa Asunción de la Sma. Virgen María en cuerpo y alma a los Cielos, compuesta y pronunciada por SS. Pío XII el día de la proclamación dogmática (1º-11-50)

¡Oh, Virgen Inmaculada, Madre de Dios y Madre de los hombres!, nosotros creemos, con todo el fervor de nuestra fe, en tu triunfal asunción en cuerpo y alma a los cielos, donde eres aclamada Reina por todos los coros de los ángeles y todo el ejército de los santos, y nosotros nos unimos a ellos para alabar y bendecir al Señor, que te ha exaltado sobre todas las demás criaturas, y para ofrecerte el obsequio de nuestra devoción y de nuestro amor.

Sabemos que tu mirada, que maternalmente acarició a la humanidad doliente y humilde de Jesús en la tierra, se sacia ahora en el cielo con la vista de la gloriosa humanidad de la Sabiduría increada, y que la alegría de tu alma, al contemplar cara a cara la adorable Trinidad, hace exultar tu corazón de inefable ternura, y nosotros, pobres pecadores, a quienes el peso del cuerpo hace pesado el vuelo del alma, te suplicamos que purifiques nuestros sentidos, para que aprendamos desde la tierra a gozar de Dios, sólo de Dios, en el encanto de las criaturas.

Confiamos en que tus ojos misericordiosos se inclinen sobre nuestras angustias, sobre nuestras luchas y sobre nuestras flaquezas; que tus labios sonrían a nuestras alegrías y nuestras victorias; que oigas la voz de Jesús que te dice de cada uno de nosotros, como de su discípulo amado: “Aquí está tu hijo”, y nosotros, que te llamamos Madre nuestra, te escogemos, como Juan, por guía, fuerza y consuelo de nuestra vida mortal.

Tenemos la vivificante certeza de que tus ojos, que han llorado sobre la tierra regada con la sangre de Jesús, se volverán hacia este mundo, atormentado por la guerra, por las persecuciones y por la opresión de los justos y de los débiles, y entre las tinieblas de este valle de lágrimas, esperamos de tu celestial luz y de tu dulce piedad, alivio para las penas de nuestros corazones y para las pruebas de la Iglesia y de la Patria.

Creemos, finalmente, que, en la gloria donde reinas, vestida de sol y coronada de estrellas, eres, después de Jesús, el gozo y la alegría de todos los santos y de todos los ángeles, y nosotros, desde esta tierra donde somos peregrinos, confortados con la fe en la futura resurrección, volvemos los ojos hacia Ti, vida, dulzura y esperanza nuestra.

Atráenos con la suavidad de tu voz, para mostrarnos un día, después de nuestro destierro, a Jesús, fruto bendito de tu vientre, ¡oh clementísima, oh piadosa, oh dulce Virgen María!


lunedì 20 luglio 2015

Oh! che grandi grazie concederò alle anime che reciteranno questa coroncina - Oh, qué gracias más grandes concederé a las almas que recen esta coronilla






Oh! che grandi grazie concederò alle anime che reciteranno questa coroncina  qua

Oh, qué gracias más grandes concederé a las almas que recen esta coronilla acá







venerdì 17 luglio 2015

Atto d'amore per i sacerdoti - Acto de amor por los sacerdotes






O mio Dio, poiché nella Vostra paterna sollecitudine mi avete dato a custodia ed a guida un così degno Vostro Ministro, concedetemi ancora la grazia di mettere in pratica i suoi saggi ammaestramenti, affinché io riesca ad acquistare tutte quelle virtù, che per la gloria Vostra, e per la mia salvezza devono splendere in me.


Per lui Vi chiedo, o Signore la carità più ardente, lo zelo più illuminato, la santità più sublime e la consolazione ineffabile di ricondurre al Vostro amorosissimo Cuore una immensa schiera di anime che Vi lodino, Vi benedicano, Vi amino, e che formino per sempre nel bel Paradiso la Sua gloriosa corona. Così sia.


Gesù e Maria salvate le anime dei sacerdoti, Ve lo chiediamo supplichevoli e concedeteci di poter ripetere questo atto d’amore 1000 volte ad ogni palpito e ad ogni respiro.
(preghiera dettata da Gesù a Suor Consolata Betrone)







Oh Dios mío, dado que en Vuestra paterna solicitud me has dado como custodio y guía un así digno Ministro Vuestro, concededme aún la  gracia de poner en práctica sus sabias enseñanzas, para que yo logre adquirir todas aquellas virtudes, que para la gloria Vuestra, y para mi salvación deben resplandecer en mí.


Para él Os pido, oh Señor la caridad más ardiente, el celo más iluminado, la santidad más sublime y los consuelos inefables de reconducir a Vuestro amoroso Corazón una inmensa multitud de almas que Os alaben, Os bendigan, Os amen, y que formen para siempre en el Paraíso su gloriosa corona. Así sea.


Jesús y María salvad las almas de los sacerdotes. Os lo pedimos suplicando y concedednos poder repetir este acto de amor 1000 veces en cada  latido y en cada respiro.
(oración dictada por Jesús a Sor Consolata Betrone)

mercoledì 15 luglio 2015

16 Luglio: Festa della Beata Vergine Maria del Monte Carmelo - 16 de Julio: : Festividad de de la Virgen del Carmen













UNO DEI PIÙ' POTENTI SACRAMENTALI E' L'ABITO DELLA MADONNA, LO SCAPOLARE DA PORTARE ADDOSSO CHE LEI CONSEGNO' A SAN SIMONE STOCK, leggere di più qua e qua

ATTO DI CONSACRAZIONE ALLA BEATA VERGINE DEL CARMINE>>
O Maria, Madre e decoro del Carmelo, a te con­sacro oggi la mia vita, quale piccolo tributo di gratitu­dine per le grazie che attraverso la tua intercessione ho ricevuto da Dio. Tu guardi con particolare benevolenza coloro che devotamente portano il tuo Scapolare: ti supplico perciò di sostenere la mia fragilità con le tue virtù, d'illuminare con la tua sapienza le tenebre della mia mente, e di ridestare in me la fede, la speranza e la carità, perché possa ogni giorno crescere nell'amore di Dio e nella devozione verso di te. Lo Scapolare richiami su di me lo sguardo tuo materno e la tua protezione nella lotta quotidiana, sì che possa restare fedele al Figlio tuo Gesù e a te, evi­tando il peccato e imitando le tue virtù. Desidero of­frire a Dio, per le tue mani, tutto il bene che mi riu­scirà di compiere con la tua grazia; la tua bontà mi ottenga il perdono dei peccati e una più sicura fedeltà al Signore. O Madre amabilissima, il tuo amore mi ottenga che un giorno sia concesso a me di mutare il tuo Scapolare con l'eterna veste nuziale e di abitare con te e con i Santi del Carmelo nel regno beato del Figlio tuo che vive e regna per tutti i secoli dei secoli. Amen.

UNO DE LOS MÁS POTENTES SACRAMENTALES ES EL ESCAPULARIO DE LA VIRGEN DEL CARMEN, QUE ELLA ENTREGÓ A SAN SIMÓN STOCK, leer más acá y acá

Oración de Consagración a la Virgen del Carmen 

El devoto de la Virgen del Carmen procurará cada día -cuando mejor pueda- hacer esta consagración a su Madre: "! Oh, María, Reina y Madre del Carmelo! Vengo hoy a consagrarme a Ti, pues toda mi vida es como un pequeño tributo por tantas gracias y beneficios como he recibido de Dios a través de tus manos. Y porque Tú miras con ojos de particular benevolencia a los que visten tu escapulario, te ruego que sostengas con tu fortaleza mi fragilidad, ilumines con tu sabiduría las tinieblas de mi mente y aumentes en mi la fe, la esperanza y la caridad, para que cada día pueda rendirle el tributo de mi humilde homenaje. El santo escapulario atraiga sobre mí tus miradas misericordiosas, sea para mi prenda de tu particular protección en luchas de cada día y constantemente me recuerdes el deber de pensar en Ti y revestirme de tus virtudes. De hoy en adelante me esforzaré por vivir en suave unión con tu espíritu, ofrecerlo todo a Jesús por tu medio y convertir mi vida en imagen de tu humildad, caridad, paciencia, mansedumbre y espíritu de oración. ¡Oh, Madre amabilísima! Sosténme con tu amor indefectible, a fin de que a mí, pecador indigno, me sea concedido un día cambiar tu escapulario por el eterno vestido nupcial y habitar contigo y con los santos del Carmelo en el reino de tu Hijo". Amén

venerdì 10 luglio 2015

San Benedetto da Norcia prega per l'Europa!! ¡San Benito de Nurcia ruega por Europa!"




11 Luglio : San Benedetto da Norcia, Patrono d'Europa.

 Benedetto, leggendo i segni dei tempi, vide che era necessario realizzare il programma radicale della santità evangelica, espresso con le parole di san Paolo, in una forma ordinaria, nelle dimensioni della vita quotidiana di tutti gli uomini. Era necessario che l’eroico diventasse normale, quotidiano, e che il normale, quotidiano diventasse eroico.

In questo modo egli, padre dei monaci, legislatore della vita monastica in occidente, divenne anche indirettamente il pioniere di una nuova civiltà. Ovunque il lavoro umano condizionava lo sviluppo della cultura, dell’economia, della vita sociale, lì giungeva il programma benedettino dell’evangelizzazione, che univa il lavoro alla preghiera e la preghiera al lavoro.
Bisogna ammirare la semplicità di tale programma, e nello stesso tempo la sua universalità. Si può dire che quel programma ha contribuito alla cristianizzazione dei nuovi popoli del continente europeo e nello stesso tempo si è trovato anche alle basi della loro storia nazionale, di una storia che conta più di un millennio.

In questo modo san Benedetto divenne il patrono dell’Europa nel corso dei secoli: molto prima di essere proclamato tale da Papa Paolo VI.

 Egli è patrono dell’Europa in questa nostra epoca. Lo è non solo in considerazione dei suoi meriti particolari verso questo continente, verso la sua storia e la sua civilizzazione. Lo è, altresì, in considerazione della nuova attualità della sua figura nei confronti dell’Europa contemporanea.
Si può staccare il lavoro dalla preghiera e farne l’unica dimensione dell’esistenza umana. L’epoca contemporanea porta in sé questa tendenza. Essa si differenzia dai tempi di Benedetto da Norcia, perché allora l’occidente guardava indietro, ispirandosi alla grande tradizione di Roma e del mondo antico. Oggi l’Europa ha alle sue spalle la terribile seconda guerra mondiale ed i conseguenti cambiamenti importanti sulla carta del globo, che hanno limitato la dominazione dell’occidente su altri continenti. L’Europa, in un certo senso, è ritornata entro le sue proprie frontiere.

[...] Se il mio predecessore Paolo VI ha chiamato san Benedetto da Norcia ad essere il Patrono d’Europa, è perché egli potrà aiutare a questo scopo la Chiesa e le nazioni d’Europa"( OMELIA DI GIOVANNI PAOLO II Norcia, 23 marzo 1980 qua )


San Benedetto da Norcia prega per l'Europa!!


Preghiera a San Benedetto da Norcia
Con approvazione ecclesiastica
Monastero di san Marziale, Gubbio.


A te oggi rivolgiamo la nostra supplica ardente, glorioso san Benedetto, "messaggero di pace, realizzatore di unione, maestro di civiltà, araldo della religione di Cristo", ed imploriamo la tua protezione sulle singole anime, sui monasteri che seguono la tua santa Regola, sull'Europa, sul mondo intero. 
Insegnaci ancora il primato del culto divino, donaci di comprendere quanto sia grande e fecondo il dono della pace, aiuta tutti coloro che si sforzano di ricomporre l'unità spirituale dei vari popoli, spezzata da tanti eventi dolorosi, così che per la tua protezione ritorniamo tutti quanti ad essere fratelli in Cristo. 
Amen.



Preghiera a San Benedetto da recitare quotidianamente

S. Benedetto mio caro padre, per quella dignità con la quale il Signore si degno di onorarti e beatificarti con una così gloriosa morte, ti prego di assistermi con la tua presenza nel momento della mia morte, beneficiandomi di tutte quelle promesse fatte alla Santa vergine Geltrude. Amen 






San Benito Abad, Patrón de Europa


El dia 11 de julio se celebra en La Iglesia católica la festividad de San Benito de Nursia, Abad, proclamado Patrón de Europa

"Benito, al leer los signos de los tiempos, vio que era necesario realizar el programa radical de la santidad evangélica, expresado con las palabras de San Pablo, de una forma ordinaria, en las dimensiones de la vida cotidiana de todos los hombres. Era necesario que lo heroico se hiciese normal, cotidiano, y que lo normal, cotidiano, se hiciese heroico.

De este modo él, padre de los monjes, legislador de la vida monástica en Occidente, vino a ser también indirectamente el precursor de una nueva civilización. Dondequiera que el trabajo humano condicionaba el desarrollo de la cultura, de la economía, de la vida social, allí llegaba el programa benedictino de la evangelización, que unía el trabajo a la oración, y la oración al trabajo.

Hay que admirar la sencillez de este programa y, al mismo tiempo, su universalidad. Se puede decir que este programa ha contribuido a la cristianización de los nuevos pueblos del continente europeo y, a la vez, se ha encontrado también en la base de su historia nacional, de una historia que cuenta con más de un milenio.

De este modo, San Benito se convierte en el Patrono de Europa durante el curso de los siglos: mucho antes de ser proclamado como tal por el Papa Pablo VI.

6. El es Patrono de Europa en esta época nuestra. Lo es no sólo por sus méritos particulares hacía este continente, hacia su historia y su civilización. Lo es, además, por la nueva actualidad de su figura en relación con la Europa contemporánea.

El trabajo se puede separar de la oración y hacer de él la única dimensión de la existencia humana. La época contemporánea lleva consigo esta tendencia. Esta época se diferencia de los tiempos de Benito de Nursia, porque entonces Occidente miraba hacia atrás, inspirándose en la gran tradición de Roma y del mundo antiguo. Hoy Europa tiene a sus espaldas la terrible segunda guerra mundial y los consiguientes cambios importantes en el mapa del globo, que han limitado la dominación de Occidente sobre otros continentes. Europa, en cierto sentido, ha retornado dentro de sus propias fronteras.

... Si mi predecesor Pablo VI ha proclamado a San Benito de Nursia el Patrono de Europa, es porque él podrá ayudar en esto a la Iglesia y a las naciones de Europa".  ( HOMILÍA DEL SANTO PADRE JUAN PABLO II, Plaza de Nursia, Domingo 23 de marzo de 1980 acá

San Benito, ruega por Europa y por todos aquellos que se hallan en camino hacia Cristo... ruega por nosotros.


Oración a San Benito 


Santísimo confesor del Señor; Padre y jefe de los monjes, interceded por nuestra santidad, por nuestra salud del alma, cuerpo y mente.
Destierra de nuestra vida, de nuestra casa, las asechanzas del maligno espíritu. Líbranos de funestas herejías, de malas lenguas y hechicerías.
Pídele al Señor, remedie nuestras necesidades espirituales, y corporales. Pídele también por el progreso de la santa Iglesia Católica; y porque mi alma no muera en pecado mortal, para que así confiado en Tu poderosa intercesión, pueda algún día en el cielo, cantar las eternas alabanzas.
Amén. 

Jesús, María y José os amo, salvad vidas, naciones sobre todo a Europa y almas.

Se rezan 3 Padres Nuestros, Ave Marías y Glorias.


mercoledì 8 luglio 2015

Luglio mese dedicato al preziossisimo sangue di Gesù - Julio mes dedicado a la preciosa sangre de Jesús.












La oración en español está abajo


SANGUE DI GESÙ’ LIBERAMI
PREGHIERA DI LIBERAZIONE CONTRO LE FORZE SATANICHE.

Padre Santo, Ti amo, Ti lodo e Ti adoro, Ti ringrazio per avermi inviato il Tuo Figlio Gesù, che ha vinto la morte per la mia Salvezza. Ti ringrazio per il dono dello Spirito Santo, che mi dà forza, mi guida e mi conduce alla pienezza della vita.

Ti ringrazio per Maria, Madre Celeste, che intercede, con gli Angeli e i Santi, per me.

Signore Gesù Cristo, mi prostro ai piedi della Tua Croce e Ti chiedo di coprirmi col Tuo Preziosissimo Sangue, che scaturisce dal Tuo Sacratissimo Cuore e dalle Tue Sante Piaghe.

Lavami, Gesù mio, nell'acqua viva che sgorga dal Tuo Cuore, circondami con la Tua Santa Luce.
Padre Santo, fa' che l'acqua guaritrice del mio Battesimo rifluisca indietro nel tempo, attraverso le generazioni materne e paterne, affinché l'intera mia famiglia sia purificata da satana e dal peccato. Prostrato davanti a Te, Padre, Ti chiedo perdono per me stesso, per i miei parenti, per i miei antenati, per ogni invocazione di potere che li ha posti in contrasto con Te o che non abbia dato onore al nome di Gesù Cristo.
Nel Nome Santo di Gesù, io reclamo ora qualsiasi mia proprietà fisica o spirituale che sia stata sottoposta alla giurisdizione di satana, per rimetterla sotto la Signoria di Gesù Cristo.

domenica 5 luglio 2015

Sono i nostri peccati a fornire materia di giusto dolore e di profonda compunzione - Materia de justo dolor y entrañable contrición son nuestros pecados









Libro I Capitolo XXI
LA COMPUNZIONE DEL CUORE
( Dal libro "L'imitazione di Cristo" , Tommaso da Kempis).
 
El texto en español está abajo


1. Se vuoi fare qualche progresso conservati nel timore di Dio, senza ambire a una smodata libertà; tieni invece saldamente a freno i tuoi sensi, senza lasciarti andare a una stolta letizia. Abbandonati alla compunzione di cuore, e ne ricaverai una vera devozione. La compunzione infatti fa sbocciare molte cose buone, che, con la leggerezza di cuore, sogliono subitamente disperdersi. E' meraviglia che uno possa talvolta trovare piena letizia nella vita terrena, se considera che questa costituisce un esilio e se riflette ai tanti pericoli che la sua anima vi incontra. Per leggerezza di cuore e noncuranza dei nostri difetti spesso non ci rendiamo conto dei guai della nostra anima; anzi, spesso ridiamo stoltamente, quando, in verità, dovremmo piangere. Non esiste infatti vera libertà, né santa letizia, se non nel timore di Dio e nella rettitudine di coscienza. Felice colui che riesce a liberarsi da ogni impacci dovuto a dispersione spirituale, concentrando tutto se stesso in una perfetta compunzione. Felice colui che sa allontanare tutto ciò che può macchiare o appesantire il suo spirito. Tu devi combattere da uomo: l'abitudine si vince con l'abitudine. Se impari a non curarti della gente, questa lascerà che tu attenda tranquillamente a te stesso. Non portare dentro di te le faccende degli altri, non impicciarti neppure di quello che fanno le persone più in vista; piuttosto vigila sempre e in primo luogo su di te, e rivolgi il tuo ammonimento particolarmente a te stesso, prima che ad altre persone, anche care. Non rattristarti se non ricevi il favore degli uomini; quello che ti deve pesare, invece, è la constatazione di non essere del tutto e sicuramente nella via del bene, come si converrebbe a un servo di Dio e a un monaco pieno di devozione.

2. E' grandemente utile per noi, e ci dà sicurezza di spirito, non ricevere molte gioie in questa vita; particolarmente gioie materiali. Comunque, è colpa nostra se non riceviamo consolazioni divine o ne proviamo raramente; perché non cerchiamo la compunzione del cuore e non respingiamo del tutto le vane consolazioni che vengono dal di fuori. Riconosci di essere indegno della consolazione divina, e meritevole piuttosto di molte sofferenze, Quando uno è pienamente compunto in se stesso, ogni cosa di questo mondo gli appare pesante e amara. L'uomo retto, ben trova motivo di pianto doloroso. Sia che rifletta su di sé o che vada pensando agli altri, egli comprende che nessuno vive quaggiù senza afflizioni; e quanto più severamente si giudica, tanto maggiormente si addolora. Sono i nostri peccati e i nostri vizi a fornire materia di giusto dolore e di profonda compunzione; peccato e vizi dai quali siamo così avvolti e schiacciati che raramente riusciamo a guardare alle cose celesti. Se il nostro pensiero andasse frequentemente alla morte, più che alla lunghezza della vita, senza dubbio ci emenderemmo con maggior fervore. Di più, se riflettessimo nel profondo del cuore alle sofferenze future dell'inferno e del purgatorio, accetteremmo certamente fatiche e dolori, e non avremmo paura di un duro giudizio. Invece queste cose non penetrano nel nostro animo; perciò restiamo attaccati alle dolci mollezze, restiamo freddi e assai pigri. Spesso, infatti, è sorta di spirituale povertà quella che facilmente invade il nostro misero corpo. Prega dunque umilmente il Signore che ti dia lo spirito di compunzione; e di', con il profeta: nutrimi, o Signore, "con il pane delle lacrime; dammi, nelle lacrime, copiosa bevanda" (Sal 79,6).


Capítulo 21 
De la compunción del corazón

(Del Libro "La imitación de Cristo" de Tomás de Kempis).

martedì 23 giugno 2015

Catechismo della Chiesa cattolica: "gli atti di omosessualità sono intrinsecamente disordinati"- Catecismo de la Iglesia Católica: “los actos homosexuales son intrínsecamente desordenados”




PARTE TERZA 
LA VITA IN CRISTO
SEZIONE SECONDA 
I DIECI COMANDAMENTI
CAPITOLO SECONDO
«AMERAI IL PROSSIMO TUO COME TE STESSO»
ARTICOLO 6 
IL SESTO COMANDAMENTO

« Non commettere adulterio » (Es 20,14). 217
« Avete inteso che fu detto: "Non commettere adulterio"; ma io vi dico: chiunque guarda una donna per desiderarla, ha già commesso adulterio con lei nel suo cuore » (Mt 5,27-28).


Castità e omosessualità

2357 L'omosessualità designa le relazioni tra uomini o donne che provano un'attrattiva sessuale, esclusiva o predominante, verso persone del medesimo sesso. Si manifesta in forme molto varie lungo i secoli e nelle differenti culture. La sua genesi psichica rimane in gran parte inspiegabile. Appoggiandosi sulla Sacra Scrittura, che presenta le relazioni omosessuali come gravi depravazioni, 238 la Tradizione ha sempre dichiarato che « gli atti di omosessualità sono intrinsecamente disordinati ». 239 Sono contrari alla legge naturale. Precludono all'atto sessuale il dono della vita. Non sono il frutto di una vera complementarità affettiva e sessuale. In nessun caso possono essere approvati.

2358 Un numero non trascurabile di uomini e di donne presenta tendenze omosessuali profondamente radicate. Questa inclinazione, oggettivamente disordinata, costituisce per la maggior parte di loro una prova. Perciò devono essere accolti con rispetto, compassione, delicatezza. A loro riguardo si eviterà ogni marchio di ingiusta discriminazione. Tali persone sono chiamate a realizzare la volontà di Dio nella loro vita, e, se sono cristiane, a unire al sacrificio della croce del Signore le difficoltà che possono incontrare in conseguenza della loro condizione.

2359 Le persone omosessuali sono chiamate alla castità. Attraverso le virtù della padronanza di sé, educatrici della libertà interiore, mediante il sostegno, talvolta, di un'amicizia disinteressata, con la preghiera e la grazia sacramentale, possono e devono, gradatamente e risolutamente, avvicinarsi alla perfezione cristiana.



TERCERA PARTE
LA VIDA EN CRISTO
SEGUNDA SECCIÓN
LOS DIEZ MANDAMIENTOS
CAPÍTULO SEGUNDO
«AMARÁS A TU PRÓJIMO COMO A TI MISMO»
ARTÍCULO 6
EL SEXTO MANDAMIENTO

«No cometerás adulterio» (Ex 20, 14; Dt 5, 17).
«Habéis oído que se dijo: “No cometerás adulterio”. Pues yo os digo: Todo el que mira a una mujer deseándola, ya cometió adulterio con ella en su corazón» (Mt 5, 27-28).
I. “Hombre y mujer los creó...” 

2331 “Dios es amor y vive en sí mismo un misterio de comunión personal de amor. Creándola a su imagen [...] Dios inscribe en la humanidad del hombre y de la mujer lavocación, y consiguientemente la capacidad y la responsabilidad del amor y de la comunión” (FC 11).
“Dios creó el hombre a imagen suya; [...] hombre y mujer los creó” (Gn 1, 27). “Creced y multiplicaos” (Gn 1, 28); “el día en que Dios creó al hombre, le hizo a imagen de Dios. Los creó varón y hembra, los bendijo, y los llamó “Hombre” en el día de su creación” (Gn 5, 1-2).

Coroncina alla Divina Misericordia

Coroncina della Divina Misericordia
(Dice Gesù a Santa Faustina Kowalska): “Oh! che grandi grazie concederò alle anime che reciteranno questa coroncina” (Diario, 848). “Con essa otterrai tutto, se quello che chiedi è conforme alla mia volontà”. (Diario, 1731). “Recita continuamente la coroncina che ti ho insegnato. Chiunque la reciterà, otterrà tanta Misericordia nell’ora della morte. ” Gesù ha raccomandato di recitare la coroncina a qualsiasi ora ma in particolare nell'ora della propria morte, ossia le 3 del pomeriggio, che Lui stesso ha chiamato un'ora di grande misericordia per il mondo intero. "In quell'ora dice Gesù non rifiuterò nulla all'anima che Mi prega per la Mia Passione" (Diario, 687)..

Coronilla de la Divina Misericordia

Coronilla de la Divina Misericordia
(Dice Gesù a Santa Faustina Kowalska)“Por el rezo de este Rosario, me complace dar todo lo que me pidan. Quien lo rece, alcanzará gran Misericordia en la hora de su muerte. Aunque sea un pecador empedernido, si reza este Rosario, aunque sea una sola vez, logrará la gracia de mi infinita Misericordia”.“Si se reza este Rosario delante de los moribundos, se calma la ira de Dios, y su insondable Misericordia se apodera de su alma. Cuando recen este Rosario al lado del moribundo, me pondré entre el Padre y el alma moribunda, no como justo Juez, sino como Redentor Misericordioso”.

"Se stai cercando Dio e non sai da che parte cominciare, impara a pregare e assumiti l'impegno di farlo ogni giorno..."(Teresa di Calcutta)

Si estás buscando a Dios y no sabes como empezar, aprende a rezar, asume el compromiso de hacerlo cada día...(Teresa de Calcuta)

Apparizioni di Garabandal: Un avviso, un miracolo, un castigo (clic sull'immagine)

Apariciones de Garabandal: Un Aviso, un Milagro, un Castigo (Clic sobre la imagen)

Usa: ecco una dimostrazione di impianto Microchip (Marchio della bestia – 666)

Usa: ecco una dimostrazione di impianto Microchip (Marchio della bestia – 666)
clic sull'immagine- clic sobre la imagen