La bellezza non è nel viso. La bellezza è nella luce nel cuore. (Kahlil Gibran)

La belleza no está en el rostro. La belleza es una luz en el corazón. (Kahlil Gibran)

Lettori fissi - Lectores fijos

L'inferno esiste- El infierno existe y es eterno

L'inferno esiste- El infierno existe y es eterno
clic sull'immagine- clic sobre la imagen

mercoledì 17 dicembre 2014

A Gesú bambino- Al niño Jesús









"Fa’ ricorso al mio Cuore, e ogni volta che vorrai ottenere una grazia, chiedila per i meriti della mia santa infanzia e Io non te la rifiuterò”.


 “TODO LO QUE QUIERAS PEDIR, PÍDEMELO POR LOS MÉRITOS DE MI INFANCIA, Y TU ORACIÓN SERÁ ESCUCHADA”.









PREGHIERA A GESU’ BAMBINO NELLE CAUSE DISPERATE 

Ricordati, o Santo Bambino Gesù, di quella promessa tanto cara che facesti alla tua tenera discepola, la Venerabile Margherita del Santissimo Sacramento, quando le rivolgesti le soavi parole che infondono un balsamo di celeste consolazione nell’animo affranto:”Fa’ ricorso al mio Cuore, e ogni volta che vorrai ottenere una grazia, chiedila per i meriti della mia santa infanzia e Io non te la rifiuterò”.

Pieno di fiducia nella tua promessa, eccomi ai tuoi piedi, o Divino Bambino, a esporti le mie necessità. Aiutami a condurre una vita santa, affinché possa giungere un giorno alla Patria celeste; e per i meriti della tua santa infanzia, per l’intercessione dell’amabilissima tua Madre e dei Santi Arcangeli Michele e Gabriele, degnati di concedermi la grazia che imploro.
Te la chiedo con la più viva speranza perché sai quanto ne ho bisogno. O dolce Bambino, non deludere la mia speranza! Mi affido alla tenerezza ed alla Misericordia del tuo Cuore divino, sicuro che ascolterai la mia preghiera. Così sia











ADORACIÓN AL NIÑO JESÚS

En el año 1636 Nuestro Señor le hizo a la Venerable Margarita del Santísimo
Sacramento una promesa que se ha hecho muy famosa: TODO LO QUE QUIERAS
PEDIR, PÍDEMELO POR LOS MÉRITOS DE MI INFANCIA, Y TU ORACIÓN SERÁ ESCUCHADA”.

Os adoro, amable Niño del pesebre, el más humilde y el más grande de los hijos de los hombres, el más pobre y el más rico, el más débil y el más poderoso.
Os bendigo, porque os habéis dignado descender hasta mí, para ser mi modelo en la práctica de todas las virtudes, mi guía en las dificultades de la vida y mi consuelo en los días de aflicción.
Os amo, porque venís a mí con amor infinito; con amor generoso, al que no cansan mis ingratitudes; con amor obsequioso, que se anticipa a los tardíos impulsos de mi corazón; con amor paciente, que espera mi conversión para amarme más tiernamente aún. Por eso, con el corazón lleno de agradecimiento, de rodillas al pie de este lecho de paja, os adoro, bendigo y amo, con todo el fervor de mi alma, y me atrevo a levantar mis ojos hasta mi Dios, que se digna mirarme.


domenica 14 dicembre 2014

Gesù bambino nelle parole della Madonna- El Niño Jesús en las palabras de María







2-5-85      Messaggio Madonna di San Nicolás (Buenos Aires)

Oggi mi ha detto la Vergine come era Gesù da piccolo
"Quando aveva tre anni, aveva già una grande intelligenza, aveva la comprensione su Dio Padre che tutto gli dava, è cresciuto sapendo che Egli, era il Figlio di Dio. È stato sempre molto zitto, sempre meditava, ma quando parlava, lo faceva con umiltà e sapienza, la grande sapienza di Dio. Figlia, così era il mio amato Figlio sulla terra, è stato il più fedele predicatore e pastore del gregge di suo Padre. Amen"



Messaggio di Medjugorje del 25 dicembre 2012  a Marija Pavlovic Lunetti

La Madonna è venuta con Gesù bambino tra le braccia e non ha dato messaggio, ma Gesù bambino ha iniziato a parlare e ha detto: “Io sono la vostra pace, vivete i miei comandamenti”.
La Madonna e Gesù bambino, insieme, ci hanno benedetto con il segno della croce.

Commento di Marja:
E' la prima volta che Gesù parla, e siamo tutti sorpresi. E' stata una forte emozione per me, dopo l'apparizione ho cominciato a piangere, normalmente sono gioiosa ma oggi ancora più gioiosa perchè è una cosa straordinaria, mi commuove, ci ha benedetto e ci ha detto queste parole, per la prima volta in assoluto. La Madonna è arrivata come ogni anno con Gesù Bambino in braccio... a un certo momento aspettavo il messaggio, ma è rimasta in silenzio... e Gesù si è drizzato, è diventato come il Re della Pace... è rimasto Bambino, ma con autorità ha detto queste parole. Sono rimasta scioccata perchè per la prima volta Gesù mi ha parlato, a Medjugorie Gesù non ha mai parlato... ha parlato con grande autorità... pur restando piccolo... con aspetto regale... una cosa così mai me l'aspettavo... la Madonna è venuta ogni anno per 31 anni a Natale col Bambino in braccio, ma è la prima volta che Gesù Bambino ha parlato... 














Nos dice la Santísima Virgen en San Nicolás: 

23-12-85     Mensaje 759: 
Veo a la Santísima Virgen y me dice, muy suavemente: Hija, hoy te revelaré el nacimiento de mi amado y dulcísimo Hijo.
Salió de mi vientre, de la misma manera que fue introducido, quiero decir, sin ser tocado.
Nació impulsado por el Espíritu del Señor Todopoderoso. No sentí ningún dolor, sólo sentí que mi vientre se abría y se cerraba, mas fue sólo una sensación, porque no me quedó rastro alguno, quedando Yo intacta como antes.
Ese fue su maravilloso nacimiento, por la Gracia de Dios Padre.
Amén.

2-5-85      Mensaje 546: 
Hoy me dice la Virgen, cómo era Jesús desde que era pequeño.
Te diré: A los tres años tenía ya, una gran inteligencia, tenía el entendimiento que Dios Padre le daba, creció sabiendo que El, era el Hijo de Dios. Fue siempre muy callado, siempre estaba meditando, mas cuando hablaba, lo hacía con humildad y una gran sabiduría, la gran sabiduría de Dios.
Hija, así era mi amado Hijo en la tierra, fue el más fiel predicador y pastor del Rebaño de su Padre.
Amén.

11-9-86     Mensaje 964: 
Hija: Hoy te diré algo de Jesús cuando tenía doce años de edad, edad en que fue presentado en el Templo. Tenía la inocencia de niño y ya se reflejaba el amor hacia todo lo creado por el Todopoderoso.
En sus sensatas y sabias palabras, se podía percibir la sabiduría.
Con José mi esposo, solíamos quedarnos horas escuchándolo hablar, lo que El con mucho amor nos decía.
Una de las tantas frases que nos dijo: "Jesús, vida nueva para el alma nueva, mucha sangre correrá para que esto se haga realidad".
Mi Hijo supo siempre el padecimiento que le esperaba. Que el cristiano sepa reflexionar cuanto te he dicho, son palabras de la Madre de Jesucristo.
Amén, amén.

Mensaje del 25 de diciembre de 2012 en Medjugorje, Bosnia-Herzegovina
La Virgen vino con el Niño Jesús en brazos y no dio ningún mensaje, pero el Niño Jesús comenzó a hablar y dijo: “Yo soy vuestra paz, vivan mis mandamientos.” Con la señal de la Cruz, la Virgen y el Niño Jesús, juntos, nos bendijeron.


giovedì 11 dicembre 2014

Devozione a Gesù bambino di Praga - Devoción al Niño Jesús de Praga







El texto en español está abajo

DEVOZIONE A GESU’ BAMBINO DI PRAGA


La devozione a Gesù Bambino nel convento di Praga nacque dalla fede di padre Giovanni Ludovico dell’Assunta nel 1628.

   Secondo la narrazione del cronista, appena eletto priore, "ordinò al sottopriore e maestro dei novizi, padre Cipriano di Santa Maria, che, per educare i nuovi religiosi, procurasse una bella statua o un’immagine rappresentante il figlio di Dio in forma infantile e la collocasse nell’oratorio comune, dove i frati ogni giorno, mattino e sera, si dedicavano alla preghiera; in modo che essi, guardando la statua o l’immagine, a poco a poco fossero indotti a comprendere l’umiltà di Gesù nostro salvatore".

   Il sottopriore trovò nella principessa Polissena la persona che donò al convento la statua desiderata. Era un ricordo di famiglia (Polissena l’aveva ricevuta da sua madre, Maria Manrique de Lara, nel 1587, al momento del suo matrimonio. Anche per la mamma della principessa era stato un dono di nozze di sua madre Isabella).

   Rimasta vedova, nel 1628, prima di ritirarsi nel suo castello di Roudnice nad Labem, la principessa Polissena di Lobkowicz donò la statuetta di cera di Gesù Bambino al convento, affinché vi fosse degnamente custodita.
   La statua di Gesù Bambino fu dapprima collocata in convento. Solo alcuni anni più tardi, nel 1641, su richiesta dei laici devoti, trovò posto in chiesa, offerta alla pubblica venerazione dei fedeli.

L'immagine è oggetto di grande devozione a causa della sua fama miracolosa e ha ricevuto diversi riconoscimenti papali: Leone XIII istituì la Congregazione del Bambino Gesù di Praga nel 1896, Pio X organizzò la fratellanza del Bambino Gesù di Praga nel 1913 e, più recentemente, Benedetto XVI ha donato una corona d'oro in occasione della sua visita apostolica nella Repubblica Ceca nel settembre 2009.

La devozione al S. Bambino di Praga è una forma o espressione particolare della devozione a Gesù Bambino e ai misteri della sua santa Infanzia: devozione, questa, che fa parte della spiritualità cristiana ecclesiale incentrata nella sacratissima Umanità di Gesù.

Tale spiritualità è stata molto sentita nel Carmelo Teresiano sin dalle origini ed ha costituito un oggetto particolarmente amato della sua vita di preghiera contemplativa, dell'ascetica delle virtù, della comunione familiare, delle manifestazioni esteriori della sua religiosità, del suo apostolato ecclesiale
La dolcissima immagine del S. Bambino Gesù di Praga ci rappresenta il Piccolo Re che vuole dominare tutto il mondo con l'amore, con le irresistibili grazie della sua Infanzia, con i favori che desidera dispensare a tutti, specialmente ai piccoli.

E come Egli, per la divina Maternità verginale di Maria, è venuto a noi nell'amore fatto semplicità, umiltà, povertà, dedizione totale, così desidera di averci amici sinceri, umili imitatori della sua povertà e semplicità, che sappiano amare i fratelli come li ama Lui; soprattutto amici che credano e si abbandonino alla tenerezza e alla ricchezza del suo amore: «Più voi mi onorerete, più io vi favorirò ».

L'esperienza di tante anime - basti per tutte Teresa di Gesù Bambino con la sua « piccola via dell'infanzia spirituale» - è una testimonianza convincente che la devozione alla santa Infanzia di Gesù, vivificata dalla meditazione amorosa dei suoi misteri e dall'impegno nell'imitare le sue virtù, è uno stimolo potente per il progresso nel fervore della vita cristiana.
Perciò coltiviamo questa santa devozione e diffondiamola fra le famiglie e specialmente tra i bambini, ai quali sono riservate speciali grazie e favori dall'amore di Gesù Bambino.

PREGHIERA AL BAMBIN GESU’

lunedì 8 dicembre 2014

Preghiera alla Immacolata composta da San Pio X - Oración a la Inmaculada compuesta por San Pio X








PREGHIERA ALLA IMMACOLATA COMPOSTA DA SAN PIO X



Vergine santissima che piaceste al Signore e diveniste sua Madre, immacolata nel corpo e nello spirito, nella fede e nell'amore, concepita senza peccato, guardate benigna ai miseri che implorano il vostro potente patrocinio!

Il maligno serpente contro cui fu scagliata la prima maledizione continua, purtroppo, a combattere e ad insidiare i miseri figli di Eva. Voi, o benedetta Madre nostra, nostra Regina e Avvocata, che fin dal primo istante del vostro concepimento schiacciaste il capo del nemico, accogliete le preghiere -- che uniti con Voi in un cuor solo -- Vi scongiuriamo di presentare al trono di Dio, perché non cediamo giammai alle insidie che ci vengono tese, così che tutti arriviamo al porto della salute, e fra tanti pericoli, la Chiesa e la società cristiana cantino ancora una volta l'inno della liberazione, della vittoria e della pace. Così sia

"O Maria, concepita senza peccato pregate per noi che ricorriamo a Voi" ( per tre volte)









ORACIÓN A LA INMACULADA por San Pío X

Oh, Virgen Santísima, que habéis sido agradable al Señor y os convertisteis en su Madre; Virgen Inmaculada en vuestro cuerpo, en vuestra alma, en vuestra fe y en vuestro amor, mirad con ojos benévolos a los infelices que imploran vuestra poderosa protección.

La serpiente infernal, contra quien fue lanzada la maldición primera, continúa combatiendo y tentando a los pobres hijos de Eva. Vos, Madre nuestra bendita, nuestra Reina y Abogada, vos que habéis aplastado la cabeza del enemigo desde el primer instante de vuestra concepción, acoged las plegarias que, unidos a vos en un solo corazón, os rogamos presentéis ante el trono de Dios, para que jamás nos dejemos arrastrar a las emboscadas que nos son preparadas, sino que alcancemos el puerto de salvación y que, en medio de tantos peligros, la Iglesia y la sociedad cristiana canten una vez más el himno de la liberación, de la victoria y de la paz. Amén.

Invocación final:
Corazón Inmaculado de María, ruega por nosotros (tres veces).

San Pío X, ruega por nosotros.

venerdì 5 dicembre 2014

Sant’Antonio e la visione di Gesù Bambino - San Antonio y la visión del Niño Jesús.









In questi giorni tutto mi indirizza a Padova a visitare la Basilica di Sant’Antonio, ma non capivo la ragione, poi ho ricordato che il Santo, nella sua immagine, porta in braccio Gesù bambino e così ho capito tutto…, ci andrò da loro per pregare per tutti, porto con me tutti voi e le vostre intenzioni.


En estos días, todo me dirige a Padua a visitar la Basílica de San Antonio, pero no entendía la razón, después recordé que el Santo, en su imagen, lleva en los brazos el niño Jesús, entonces entendí todo…, iré para allá para rezar a los dos por todos, los llevo a todos ustedes conmigo junto a sus intenciones.









Sant’Antonio e la visione di Gesù Bambino

«Trovandosi una volta il beato Antonio in una città (Camposampiero) a predicare, venne ospitato da un abitante del luogo. Questi gli assegnò una camera appartata, affinché potesse attendere indisturbato allo studio e alla contemplazione. Mentre dunque pregava, da solo, nella camera, il padrone moltiplicava i suoi andirivieni per la casa. Mentre osservava con sollecitudine e devozione la stanza in cui pregava sant’Antonio da solo, occhieggiando di nascosto attraverso la finestra, vide comparire tra le braccia del beato Antonio un bimbo bellissimo e gioioso. Il Santo lo abbracciava e lo baciava, contemplando il viso con lena incessante. Quel cittadino, stupefatto ed estasiato per la bellezza di quel bambino, andava pensando fra sé donde fosse venuto un pargolo così leggiadro. Quel bimbo era il Signore Gesù» (Lm. 22).


San Antonio y la visión del Niño Jesús.


Una vez San Antonio se encontraba en una ciudad llamada Camposampiero para predicar, fue hospedado por un habitante del lugar, que le eligió  una habitación apartada, para que pudiera dedicarse, sin que lo molesten, al estudio y a la contemplación. Entonces mientras rezaba, sólo en la alcoba, el dueño de casa transitaba por la misma. En aquel momento observó con atención y devoción la habitación en la que rezaba San Antonio, miró escondido a través de la ventana, y vio aparecer entre los brazos del beato Antonio un niño bellísimo y muy alegre. El Santo lo abrazaba y lo besaba, contemplando su rostro con un ardor incesante. Este ciudadano, admirado y con entusiasmo por la belleza del niño, se preguntaba entre sí, de dónde había venido el infante tan encantador. Ese niño era el Señor Jesús. 






PREGHIERA A SANT' ANTONIO DA PADOVA

mercoledì 3 dicembre 2014

Coroncina a Gesú Bambino- Coronilla del Divino Niño Jesus



"TUTTO CIÒ CHE VUOI CHIEDERMI, CHIEDIMELO PER I MERITI DELLA MIA INFANZIA, 
E LA TUA PREGHIERA SARÀ ESAUDITA"

TODO LO QUE QUIERAS
PEDIR, PÍDEMELO POR LOS MÉRITOS DE MI INFANCIA, Y TU ORACIÓN SERÁ
ESCUCHADA”.







Coroncina a Gesú Bambino: 


Questa coroncina fu rivelata alla Venerabile Margherita del Santissimo Sacramento, le apparve il bambin Gesú e disse “accorderò grazie specialissime d’innocenza e purezza” "TUTTO CIÒ CHE VUOI CHIEDERMI, CHIEDIMELO PER I MERITI DELLA MIA INFANZIA, E LA TUA PREGHIERA SARÀ ESAUDITA"


CORONCINA AL BAMBINO GESU’

domenica 30 novembre 2014

Avvento in cammino verso Natale - Adviento en camino hacia Navidad







“E’ Natale ogni volta che sorridi a un fratello e gli tendi la mano. …
E’ Natale ogni volta che riconosci con umiltà i tuoi limiti e la tua debolezza.

E’ Natale ogni volta che permetti al Signore di rinascere per donarlo agli altri.”
Madre Teresa di Calcutta



"Es Navidad cada ves que sonríes a un hermano y le tiendes la mano...
Es Navidad cada vez que reconoces con humildad tus limites y tu debilidad...
Es Navidad cada vez que permites renacer al Señor para darlo a los demás"
Madre Teresa de Calcuta








Oggi comincia l'Avvento.
Hoy  comienza el Adviento.


La teologia dell'Avvento ruota attorno a due prospettive principali. Da una parte con il termine "adventus" (= venuta, arrivo) si è inteso indicare l'anniversario della prima venuta del Signore; d'altra parte designa la seconda venuta alla fine dei tempi.

La teología de Adviento gira en torno a dos prospectivas principales. De una parte con el término “adventus” (venida, llegada) se indica el aniversario de la primera venida del Señor; por otra parte designa la segunda venida al final de los tiempos.

Il Tempo di Avvento ha quindi una doppia caratteristica: è tempo di preparazione alla solennità del Natale, in cui si ricorda la prima venuta del Figlio di Dio fra gli uomini, e contemporaneamente è il tempo in cui, attraverso tale ricordo, lo spirito viene guidato all'attesa della seconda venuta del Cristo alla fine dei tempi.

El tiempo de adviento tiene, por lo tando, dos características: es tiempo de preparación a la solemnidad de Navidad, en el cual se recuerda la primera venida del Hijo de Dios entre los hombres, y contemporáneamente es el tiempo en el cual, a través tal recuerdo, el espíritu es guiado en la espera de la segunda venida de Cristo al final de los tiempos.

giovedì 27 novembre 2014

27 novembre, festa della Medaglia Miracolosa - 27 de noviembre, día de la Medalla Milagrosa








SUPPLICA ALLA MADONNA DELLA MEDAGLIA MIRACOLOSA 
 Clicca qui per ricevere la sua Medaglia tramite posta


Da recitarsi alle 17 del 27 novembre, festa della Medaglia Miracolosa, in ogni 27 del mese e in ogni urgente necessità. 



O Vergine Immacolata, noi sappiamo che sempre ed ovunque sei disposta ad esaudire le preghiere dei tuoi figli esuli in questa valle di pianto, ma sappiamo pure che vi sono giorni ed ore in cui ti compiaci di spargere più abbondantemente i tesori delle tue grazie. Ebbene, o Maria, eccoci qui prostrati davanti a te, proprio in quello stesso giorno ed ora benedetta, da te prescelta per la manifestazione della tua Medaglia.

domenica 23 novembre 2014

La frase della settimana (171) - La frase de la semana (171)







Il mio legame con la Chiesa. - Cerco di intensificare la mia vita spirituale per essere utile alla Chiesa. Il mio legame con lei è di vaste proporzioni. Tanto la santità di un'anima, quanto le sue cadute nel peccato si ripercuotono sulla Chiesa intera. Osservando me stessa e coloro che mi stanno attorno, ho capito che grande influenza esercitiamo effettivamente l'un con l'altro, non mediante qualche raro atto eroico, perché questo dà già nell'occhio per se stesso, ma mediante atti minimi come un gesto della mano, uno sguardo e molti altri i quali, a nostra insaputa, sono tuttavia efficaci e influiscono sulle altre anime. (Pensieri di Santa Faustina Kowalska)


Mi vínculo con la Iglesia.- Trato de intensificar mi vida espiritual para ser útil a la Iglesia. Mi vínculo con ella es de grandes proporciones. La santidad de un alma, como sus caídas en el pecado repercuten en la Iglesia entera. Observándome a mí misma y a aquellos que están a mi alrededor, he entendido que ejercen uno sobre el otro gran influencia, no mediante algún acto heroico raro, porque se hace notar por sí mismo, sino mediante actos mínimos como un gesto de la mano, una mirada y muchos otras actitudes, sin que nosotros lo sepamos, son muy eficaces e influyen sobre las otras almas. (Pensamientos de Santa Faustina Kowalska)










mercoledì 19 novembre 2014

Stare attento alle tentazioni e vigilare in preghiera - Tener mucho cuidado acerca de sus tentaciones y velar en oración









 Libro I Capitolo XIII RESISTERE ALLE TENTAZIONI



   1. Finché saremo al mondo, non potremo essere senza tribolazioni e tentazioni; infatti sta scritto nel libro di Giobbe che la vita dell'uomo sulla terra (Gb 7,1) è tutta una tentazione. Ognuno dovrebbe, dunque, stare attento alle tentazioni e vigilare in preghiera (1Pt 4,7), affinché il diavolo non trovi il punto dove possa esercitare il suo inganno; il diavolo, che mai non posa, ma va attorno cercando chi possa divorare (1Pt 5,8). Nessuno è così avanzato nella perfezione e così santo da non aver talvolta delle tentazioni. Andare esenti del tutto da esse non possiamo. Tuttavia, per quanto siano moleste e gravose, le tentazioni spesso sono assai utili; perché, a causa delle tentazioni, l'uomo viene umiliato, purificato e istruito. I santi passarono tutti per molte tribolazioni e tentazioni, e progredirono; invece coloro che non seppero sostenere le tentazioni si pervertirono e tradirono. Non esiste una istituzione così perfetta, o un luogo così nascosto, dove non si trovano tentazioni e avversità. L'uomo non è mai del tutto esente dalla tentazione, fin che vive.

Ciò per cui siamo tentati è dentro di noi, poiché siamo nati nella concupiscenza. Se vien meno una tentazione o tribolazione, un'altra ne sopraggiunge e c'è sempre qualcosa da sopportare, perché abbiamo perduto il bene della nostra felicità. Molti, di fronte alle tentazioni, cercano di fuggire, ma cadono poi in esse anche più gravemente. Non possiamo vincere semplicemente con la fuga; ma è con la sopportazione e con la vera umiltà che saremo più forti di ogni nemico. Ben poco progredirà colui che si allontana un pochino e superficialmente dalle tentazioni, senza sradicarle: tosto ritorneranno ed egli sarà ancor peggio.

Vincerai più facilmente, a poco a poco, con una generosa pazienza e con l'aiuto di Dio; più facilmente che insistendo cocciutamente nel tuo sforzo personale. Accogli frequentemente il consiglio di altri, quando sei nella tentazione; e non essere aspro con colui che è tentato, ma dagli conforto, come desidereresti fosse fatto a te. . ( Dal libro "L'imitazione di Cristo" , Tommaso da Kempis)

Libro I Capítulo 14.- CÓMO SE HA DE RESISTIR A LAS TENTACIONES

1. Mientras en el mundo vivimos no podemos estar sin tribulaciones y tentaciones: Por lo cual está escrito en Job (, 1): Tentación es la vida del hombre sobre la tierra.


Por eso cada uno debería tener mucho cuidado acerca de sus tentaciones y velar en oración, porque no halle el demonio lugar de engañarle, que nunca duerme, sino busca todos lados a quién tragarse. (1 Pedro 5, 8).


Ninguno hay tan perfecto ni tan santo que no tenga algunas veces tentaciones, y no podemos vivir sin ellas.


2. Mas las tentaciones son muchas veces utilsimas al hombre, aunque sean graves y pesadas; porque en ellas es uno humillado, purgado y enseñado.

Todos los Santos por. muchas tribulaciones y tentaciones pasaron; y aprovecharon. Y los que no las quisieron resistir fueron tenidos, por réprobos y sucumbieron.

No hay religión tan santa, ni lugar tan secreto, que no haya tentaciones y adversidades.


3. No hay hombre seguro del todo de tentaciones mientras vive; porque en nosotros mismos .está la causa de donde vienen, pues que nacimos con la inclinación al pecado.

Pasada una tentación o tribulación, sobreviene otra; y siempre tendremos que sufrir, porque se perdió el bien de nuestra felicidad.

Muchos quieren huir las tentaciones y caen en ellas más gravemente.

No se puede vencer con sólo huirlas; mas con paciencia y verdadera humildad nos hacemos más fuertes que todos los enemigos.  (Del Libro La imitación de Cristo de Tomás de Kempis)





Coroncina Divina Misericordia

Coroncina della Divina Misericordia
(Dice Gesù a Santa Faustina Kowalska): “Oh! che grandi grazie concederò alle anime che reciteranno questa coroncina” (Diario, 848). “Con essa otterrai tutto, se quello che chiedi è conforme alla mia volontà”. (Diario, 1731). “Recita continuamente la coroncina che ti ho insegnato. Chiunque la reciterà, otterrà tanta Misericordia nell’ora della morte. ” Gesù ha raccomandato di recitare la coroncina a qualsiasi ora ma in particolare nell'ora della propria morte, ossia le 3 del pomeriggio, che Lui stesso ha chiamato un'ora di grande misericordia per il mondo intero. "In quell'ora dice Gesù non rifiuterò nulla all'anima che Mi prega per la Mia Passione" (Diario, 687)..

Coronilla de la Divina Misericordia

Coronilla de la Divina Misericordia
(Dice Gesù a Santa Faustina Kowalska)“Por el rezo de este Rosario, me complace dar todo lo que me pidan. Quien lo rece, alcanzará gran Misericordia en la hora de su muerte. Aunque sea un pecador empedernido, si reza este Rosario, aunque sea una sola vez, logrará la gracia de mi infinita Misericordia”.“Si se reza este Rosario delante de los moribundos, se calma la ira de Dios, y su insondable Misericordia se apodera de su alma. Cuando recen este Rosario al lado del moribundo, me pondré entre el Padre y el alma moribunda, no como justo Juez, sino como Redentor Misericordioso”.

"Se stai cercando Dio e non sai da che parte cominciare, impara a pregare e assumiti l'impegno di farlo ogni giorno..."(Teresa di Calcutta)

Si estás buscando a Dios y no sabes como empezar, aprende a rezar, asume el compromiso de hacerlo cada día...(Teresa de Calcuta)

Apparizioni di Garabandal: Un avviso, un miracolo, un castigo (clic sull'immagine)

Apariciones de Garabandal: Un Aviso, un Milagro, un Castigo (Clic sobre la imagen)

Usa: ecco una dimostrazione di impianto Microchip (Marchio della bestia – 666)

Usa: ecco una dimostrazione di impianto Microchip (Marchio della bestia – 666)
clic sull'immagine- clic sobre la imagen